CHI SIAMO
ARCHIVIO
CALENDARI
CLASSIFICHE
MODULISTICA
LINK UTILI
Home Page

1/11/2003 - AREZZO - CAMP. ITALIANO MEZZA

VINCONO GAMBA E CONSOLE, BENE MASCHERONI

Campionati italiani di mezza maratona all'insegna del maltempo, che ha flagellato costantemente la regione Toscana e la cittadina di Arezzo, che ospitava la rassegna tricolore.

Su di un tracciato nervoso e per niente veloce, si è imposto l'ucraino della Cover Vasili Matjvichuck con il tempo di 1h02'15, producendo l'allungo decisivo a circa 2km. dal traguardo.

 

Nella foto:Fabio Mascheroni

Alle sue spalle i keniani Kipkering (1h02'30") e Ngeny (1h02'32", con quest'ultimo poi squalificato in quanto non tesserato per nessun club italiano, al pari della vincitrice femminile Rose Jepchumba), mentre al 4° posto (poi terzo) ha concluso il triestino di colore Michele Gamba che, con il tempo di 1h02'48", si aggiudica il titolo italiano di specialità.

Degli altri italiani in gara da segnalare 5° Danilo Goffi (1h02'52" e che sarà uno dei top runners della

Nella foto: Ivana Iozzia

prossima Milano City Marathon), 6° Marco Bartoletti (1h02'58"), 8° Maurizio Leone (1h03'15"), 9° Fabio Rinaldi (1h03'22") e 11° Francesco Bennici (1h03'41").

Tra i varesini in gara, da segnalare la buona performance di Fabio Mascheroni, che ha concluso al 34° posto in 1h05'54", siglando la sua seconda miglior prestazione di sempre (un anno fa a Udine portò il suo limite a 1h04'23"). Alla fine il portacolori della Corradini Rubiera era soddisfatto della sua prova, visto il difficile tracciato e le condizioni meteo avverse. Questo il suo primo commento post-gara: "Sono partito abbastanza bene, transitando al 10° km. in 30'17" nel gruppetto composto da Cesari e Mauro Bernardini. Poi al 15° km. ho iniziato ad avvertire la fatica e negli ultimi due km. un fastidioso male al fegato mi ha fatto perdere contatto da loro".

Ora punterà la sua attenzione sul Cross di Cossato del 16/11 (valevole come prova unica per la selezione degli azzurri che parteciperanno ai Campionati Europei di Cross del 13/12 in Germania).

Con lui della gara anche i compagni di scuderia Fabio Caldiroli (ritirato al km.4 per il riacutizzarsi di un dolore all'adduttore che lo tormenta da un po' di tempo) e Alberto Larice (ritiratosi anch'egli a metà gara perchè non stava bene).

Tra le donne, detto della squalifica della Jepchumpa, si è imposta la tarantina Rosaria Console, con l'ottimo tempo di 1h11'22", conquistando così il suo 4° titolo italiano della specialità (tra junior, promessa e senior). Alle sue spalle piazza d'onore per la romana Lucilla Andreucci (1h13'36") che precede sulla linea di arrivo la rientrante Tiziana Alagia (1h13'37"), con ottimo 4° posto per Ivana Iozzia (2h35'40" alla Berlin Marathon del 28/09, e già incontrata al cross country di Cavaria, dove giunse alle spalle della vincitrice Ellen Cherono) che ha concluso la sua prova in 1h14'04", migliorando di circa venti secondi il suo precedente limite. Va sempre più forte la 30enne di Lurate Caccivio che ogni giorno, nella pausa pranzo lavorativa, si sciroppa 45' di lento, poi uno yogurt e via... di nuovo in ditta, per poi doppiare la sera con l'allenamento più specifico. Sono tanti i sacrifici da fare, ma per lei, la maglia azzurra, è sempre più vicina!!!

Dietro Ivana, 5^ Bruna Genovese (1h14'30"), 6^ Fatma Maraoui (1h15'15), 7^ Patrizia Ritondo in 1h15'24" (scandaloso che un mese fa sia stata convocata dai tecnici federali per i mondiali di mezza in Portogallo, lasciando a casa altre atlete nettamente più forti di lei!) e 8^ Monica Bottinelli (1h15'55").